23 Aprile 2019
[]

News
percorso: Home > News > News Serie C2

Quattro chiacchiere con il Capitano Enrico Frusciante

10-02-2015 10:24 - News Serie C2
Incontrando il capitano del Verona C5 Enrico Frusciante per questa intervista, non possono non venire in mente tante battaglie sportive fatte in A2, indossando la maglia del Verona C5.
Ma anche in serie D il capitano, non fa mai mancare la proprie prestanza fisica e l´esperienza maturata in tante partite nelle varie categorie in cui ha giocato.
Enrico conosciamoci meglio parlaci della tua carriera nel calcio a5....
La mia carriera con il calcio a5 è iniziata nel 2006, dopo 8 anni di atletica leggera e 4 di calcio a 11. La prima avventura è stata nel Povegliano C5, tra serie D e C2. Successivamente sono arrivate l´esperienza a Mozzecane (campionato di serie D, con promozione in C2) ,3 anni bellissimi a Zevio, dove ho lasciato un pezzo di cuore, quindi la bellissima ed indimenticabile esperienza con il Verona C5 in A2. Vorrei ricordare anche la breve esperienza avuta lo scorso anno con i ragazzi del Trissino in C1.

Il tuo punto di forza, il tuo punto debole in campo?
Il mio punto di forza è sicuramente la corsa e la tenuta atletica in generale, che ritengo importanti in uno sport come questo. Il mio punto debole agli inizi era più che altro mentale infatti se ad inizio match facevo qualche errore perdevo la concentrazione e non riuscivo più ad esprimere le mie potenzialità, ultimamente però posso dire di essere migliorato e non poco sotto questo aspetto.

Tu sei stato uno dei protagonisti della favolosa cavalcata che ha portato il Verona C5 dalla serie A2 alla A1 ricordi, sensazioni....
Dirti la rete realizzata a Cagliari sarebbe scontato. Ricordo più volentieri il primo allenamento con la squadra, l´esordio contro il Civitanova al Palazzetto, la Final Eight di coppa Italia e la trasferta di Loreto dove abbiamo conquistato matematicamente la serie A.

Cosa vuol dire essere capitan di una squadra con un grande passato come il Verona C5?
Essere capitano di una squadra come il Verona C5 non capita tutti i giorni. E´ una figura molto importante soprattutto all´interno dello spogliatoio, perchè a mio avviso deve essere da traino per i ragazzi, con riguardo ai più giovani, insegnando loro con l´esempio la serietà e la responsabilità che una maglia come la nostra merita. Cercherò di fare ciò nel migliore dei modi , per i miei compagni e per la società.

Rapporti con Mister Corte ed il suo Staff?
Il Rapporto con il mister e il suo staff è ottimo, sia dentro che fuori dal campo. Riccardo Corte è stato un gran giocatore e con il tempo diventerà anche un grande allenatore, Albino e Max sono due ottimi preparatori. La nostra è una squadra giovane, che ha ancora tanto da imparare, ma credo sia circondata dalle persone giuste per crescere.

E il rapporto con i tuoi compagni?
Con i compagni mi trovo molto bene. Ho instaurato un ottimo rapporto e credo che il nostro sia un gruppo davvero sano. Per una squadra che punta a fare bene fare gruppo è molto importante.

Che campionato stiamo affrontando? Sensazioni, speranze e certezze....
La serie D è un campionato che già conoscevo, e nonostante sia il fanalino di coda, nasconde le sue difficoltà. In questo momento la classifica parla chiaro. Audace, Mantova, Badiese e Cus Verona lotteranno con noi per la vittoria finale. La nostra speranza ovviamente è quella di tenere alle spalle tutti gli avversari. Di certo posso dire che io e miei compagni venderemo cara la pelle.

Main Partner

Prossimi incontri


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio