24 Aprile 2019
[]

News
percorso: Home > News > News Juniores

Quattro chiacchiere con il Mister della Juniores e degli Allievi... Gabriele Cinquino

27-03-2015 07:39 - News Juniores
Conosciamoci meglio, parlaci della tua carriera nel calcio a5 da giocatore....

La mia carriera da giocatore nel calcio a 5 è stata di breve durata, in quanto vi sono arrivato solo a 28 anni, quando ho deciso di passare dal calcio a 11 ad una nuova esperienza.
Ho giocato sempre in C2 con un passaggio in serie D da allenatoregiocatore.



E da mister?

Come detto in precedenza, a 32 anni, dopo l´esperienza fatta da allenatoregiocatore, ho deciso di allenare a tempo pieno, in quanto il doppio ruolo, secondo me è difficile da sostenere. Ho allenato per tre anni il Lloyd C5, perdendo i playoff per la promozione in serie C2 il primo anno, ma centrandola, sempre ai playoff il secondo.Poi ho allenato per tre anni e mezzo (una volta subentrando a campionato in corso) l´ At. Massicarusi in serie C2, dove al secondo anno abbiamo perso i playoff per la promozione in serie C1. Infine, prima di approdare, grazie a un amico e collaboratore, al Verona c5, lo scorso anno ho affrontato l´esperienza della serie A femminile con l´Areasport, conclusasi anzitempo. Diciamo che ho sempre desiderato lavorare con i ragazzi, ma per la carenza di squadre giovanili a Verona, prima d´ora non mi era mai stato possibile. Un mio caro amico quando ha saputo che quest´anno avrei allenato gli juniores del Verona c5 mi ha detto: "Alla fine sei arrivato dove volevi, ad allenare i ragazzi"

Gli ho risposto: "Speriamo di essere all´altezza"

Che stimoli si hanno ad allenare nel Verona C5 ?

Stiamo parlando del Verona c5, una società con una storia importante nel calcio a 5, che può dare almeno inizialmente emozione, ma quando vai sul campo (allenamento o gara che sia) gli stimoli non possono certo mancare, vengono da soli, perché stai rappresentando il Verona c5.

Che campionato stai affrontando con la Juniores ?

Militiamo nel campionato regionale. Non deve trarre in inganno la categoria, è un campionato lungo e faticoso che richiede un impegno costante, se no si rischiano solo brutte figure. Finora direi che abbiamo disputato un campionato buono e dignitoso, i ragazzi hanno dimostrato voglia e impegno, ottenendo durante l´anno, buoni risultati; adesso bisogna essere bravi e fare l´ultimo sforzo perché c´è un buon gruppo e mollare adesso potrebbe equivalere a gettare alle ortiche il buon lavoro svolto durante l´anno. La squadra è comunque buona, a dimostrazione di ciò, sottolineo con piacere la presenza di qualche giovane in prima squadra (questo grazie soprattutto al lavoro dei miei predecessori e all´impegno costante dei ragazzi), ma mi piace evidenziare anche il grosso miglioramento fatto da qualcuno dei nuovi, che si sono affacciati quest´anno per la prima volta nel mondo del calcio a 5.

Da poco hai iniziato ad allenare anche gli Allievi come ti stai trovando ?

Si, da qualche settimana la società mi ha chiesto la disponibilità di seguire anche la squadra allievi, sempre in collaborazione con l´amico che mi ha portato al Verona c5. Abbiamo intrapreso questo nuovo impegno cercando di portare entusiasmo nell´ambiente, inserendo delle novità, il nostro modo di lavorare, facendo attenzione a non stravolgere troppo i loro equilibri. Finora sembra che siamo riusciti nell´intento e si sta dimostrando un´esperienza piacevole, anche se richiede sforzi ulteriori (distanza e tempo), ma i ragazzi stanno dimostrando entusiasmo ed impegno, forse ci manca solo la vittoria che nelle prime due uscite abbiamo solo sfiorato.

Rapporti con la Società e con il tuo Staff ?

Ho un buon rapporto con tutti, sia con la dirigenza che con i componenti dello staff ed in entrambi ho riscontrato sempre correttezza, serietà e disponibilità dentro e fuori dal campo. Spero di aver dimostrato lo stesso nei loro confronti.

Rapporti con i giocatori ?

Il rapporto con i giocatori è sostanzialmente buono, qualche screzio durante l´anno ci può stare, anche perché lavoriamo insieme solo da pochi mesi e qualche incomprensione può sempre capitare.Col passare delle settimane però tutto si è appianato, anche se mi piacerebbe che, in alcuni casi, da parte di qualcuno, ci fosse un po´ più di serietà e rispetto per gli altri. Il gesto tecnico si può sbagliare, l´educazione è un marchio che ci deve contraddistinguere.

Per il futuro, sensazioni, speranze e certezze?

Per il futuro più che a me bisognerebbe chiedere alla società. La sensazione è quella di essere attorniato da gente competente, seria che ha sempre voglia di migliorarsi. Io continuo a mettere la passione e l´impegno come fatto finora, con la certezza di avere fatto una bella esperienza e la speranza di avere contribuito almeno un po´ alla crescita dei ragazzi sia come atleti che come persone e avere ancora la soddisfazione di vedere altri giovani, come accaduto quest´anno, crescere ed arrivare fino alla prima squadra. Un´ulteriore speranza è quella di vedere la prima squadra in categorie che più le si addicono, anche perchè sarebbe sicuramente uno stimolo in più per i più giovani.

Fonte: Marco Di Dato

Main Partner

Prossimi incontri


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio